Aurelio Bertola de' Giorgis

Via Euterpe, n.16 - 47923 RIMINI - tel. 0541-770040 - fax 0541-770703  - P.IVA 91033170407
e-mail: rnmm02100x@istruzione.it  pec: rnmm02100x@pec.istruzione.it
Codice MIUR: RNMM02100X

 

HOME AREA DOCENTI AREA STUDENTI AREA GENITORI PERSONALE ATA CONTATTI NEWS        

 HOME > SCUOLA > AURELIO BERTOLA DE' GIORGIS

CIRCOLARI

REGISTRO ELETTRONICO

RICEVIMENTO GENITORI

CALENDARIO SCOLASTICO

LIBRI DI TESTO

MODULISTICA ON-LINE

ISCRIZIONI ON-LINE

CIVICO VICINO VOLONTARIO

 LA SCUOLA
AURELIO BERTOLA
STORIA
DIRIGENZA
ORGANIGRAMMA
STAFF
CONSIGLIO D'ISTITUTO
COLLEGIO DOCENTI
REGOLAMENTI
SICUREZZA
 
LA DIDATTICA
DOCENTI
CLASSI
PIANI DI STUDIO
ORARIO LEZIONI
P.O.F.
PROGETTI
P.A.I.
DSA e BES
 
 
LE ATTIVITA'
CONTINUITA'
ORIENTAMENTO
EVENTI
IL BERTOLINO
CALENDARIO ALUNNI
T-SHIRT BERTOLA
ATTIVITA' ARTISTICHE
ATTIVITA' MUSICALI
ATTIVITA' SPORTIVE
COMPUTERXAMICO
 
LINK UTILI
M.I.U.R.
INDIRE
U.S.R. EMILIA ROMAGNA
U.S.T. RIMINI
NOI-PA
ISTANZE ON LINE
INVALSI
 
REGISTRO ON-LINE
REGISTRO 2015 - 2016
REGISTRO 2014 - 2015
REGISTRO 2013 - 2014
REGISTRO 2012 - 2013
 

 

AURELIO DE' GIORGIS BERTOLA

Aurelio Bertola De' Giorgi nasce a Rimini nel 1753 e nella stessa sua città natale muore il 30 giugno 1798. In quegli anni in Europa si stavano costruendo le premesse che avrebbero portato alla Rivoluzione Francese. Un evento che avrebbe definitivamente cambiato l’assetto del vecchio continente, il modo di pensare, le prospettive culturali, sociali e politiche.

E’ stato giusto dedicargli una scuola, la nostra. Fu una persona che seppe capire il proprio tempo e viverci. Una persona che in suo verso si espresse così:

 

"Sei tu che non sai vivere / E dai la colpa al mondo"

 

Aurelio Bertola fu uomo del suo tempo. Studiò attraverso la rete protettiva della chiesa, unica possibilità per chi non poteva contare su adeguati mezzi. Infatti, dopo aver iniziato gli studi a Todi, nel 1769 tornò in patria e - quantunque del tutto privo di vocazione - entrò nell'ordine degli Olivetani. Nel 1773, dopo un soggiorno a Siena, e la fama procuratagli dal poemetto "Notti clementine" (scritto per la morte di Clemente XIV) gli fece ottenere la cattedra di Storia e Geografia all'Accademia di Marina di Napoli. Nella città partenopea visse dieci anni.

 

Nel 1783 ritornò a Rimini ed ebbe la dispensa di vivere fuori del chiostro. A Vienna, ospite del Garampi, si applicò allo studio della letteratura tedesca. Di ritorno dall'Austria, gli fu assegnata la cattedra di Storia all'Università di Pavia, che tenne fino al 1793, quando le precarie condizioni di salute gli fecero perdere l'insegnamento. Negli anni del soggiorno pavese compì viaggi in Svizzera, in Germania e in Ungheria. In quest'ultima nazione si arruolò anche nell’esercito che dovette ben presto lasciare per quella malattia “di petto”  che sarà poi la causa della sua morte.

Tornato nuovamente a Rimini, vi rimase fino al 1797, per poi di nuovo trasferirsi a Roma e poi in Toscana. Nel 1798, gravemente ammalato, rientrò nella città natale, dove si spense.

Bertola fu poeta autentico e molto erudito, scrisse di filosofia e di storia, fu critico letterario, con saggi sul Metastasio, sulla favola, sulla grazia nelle lettere e nelle arti...ma la poesia fu la musa che coltivò con maggiore cura e passione. A soli venti anni pubblicò la raccolta poetica le “Notti clementine” che gli procurarono fama e gli aprirono le porte delle accademie. In seguito pubblicò altre raccolte che rispecchiavano il trascorrere e l’intensità della sua vita e delle sue esperienze.

Scrisse anche importanti opere di estetica (Idea della poesia alemanna, 1779; Idea della bella letteratura alemanna, 1784; Saggio sopra la Grazia nelle Lettere ed arti) e di teoria della storia (Saggio della filosofia della storia, 1787).

L’opera più bella ed importante di Aurelio Bertola De Giorgi é un diario tenuto durante un suo viaggio in Svizzera e Germania, pubblicato a Rimini nel 1795: “Viaggio sul Reno”.

 

 

Leggi le favole e le poesie tratte dal "Parnaso degli italiani viventi" vol. VIII

pubblicato a Pisa nel 1817

     

     

Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell’ambito del progetto volto a rendere disponibili online i libri di tutto il mondo non più coperti da copyright e pertanto resi di pubblico dominio.

 


Per una biografia completa vi consigliamo di leggere quella scritta da Antonio Montanari sul sito
www.rimini.com


Scuola Secondaria di 1° Grado "Aurelio Bertola" Via Euterpe, 16 - 47923 Rimini tel. 0541-770040 - fax 0541-770703 e-mail RNMM02100X@istruzione.it - P.IVA 91033170407

Creazione e realizzazione Mario Menghi - S.M.S. Bertola - Rimini Copyright 2015

Ultimo aggiornamento 01/08/2015 ore 16,00